istituto 

 

Gli obiettivi strategici fissati dall’organizzazione sono:

1. offrire agli alunni una formazione culturale globale, in grado di costituire le coordinate del giudizio critico, delle strutture logiche, della sensibilità e del gusto, nella tutela dei diritti inviolabili dell’individuo, secondo i principi fondamentali di uguaglianza, imparzialità e partecipazione;

2. realizzare il successo scolastico e formativo del più alto numero di studenti possibile favorendo un processo educativo che valorizzi attitudini, capacità e aspettative di ciascuno, nel rispetto dei tempi e delle caratteristiche individuali;

3. diversificare la proposta formativa adeguandola alle esigenze di ciascuno, garantendo a tutti uguali opportunità di crescita culturale, rispettando ogni cultura, rifiutando ogni forma di discriminazione, prestando attenzione al processo di maturazione sia cognitivo sia affettivo-emotivo dei soggetti; promuovere la crescita di ogni studente nella sua irripetibilità e diversità, anche attraverso il valore strategico della pedagogia degli errori; rendere accessibile e praticabile a tutti il diritto alle pari opportunità, all’apprendimento, al ben-essere a scuola; favorire l’integrazione dei più deboli, superando situazioni di disagio attraverso azioni tempestive di integrazione, in particolare nei confronti di chi presenti problematiche legate a disabilità motoria, sensoriale, psichica, e nel contempo curare l’eccellenza;

4. garantire azioni efficaci di recupero, sostegno, orientamento;

5. far acquisire ai giovani la consapevolezza delle proprie capacità e competenze acquisite per meglio sostenerli e orientarli nelle scelte di percorsi di studio;

6. favorire l’inserimento nel lavoro degli studenti organizzando e gestendo percorsi di stage qualificanti;

7. facilitare le comunicazioni e le relazioni positive interne ed esterne nei rapporti interpersonali, tra le componenti della scuola, con gli EE.LL., tra le scuole del territorio, con la società civile, con ogni possibile interlocutore;

8. favorire l’attitudine al confronto interno ed esterno attraverso forme di comunicazione chiare e rapide;

9. promuovere l’autonomia dell’Istituto, intesa come capacità progettuale (POF, innovazione didattica, attuazione della riforma, nuovi indirizzi), partecipazione e responsabilità diffuse dei docenti – alunni – genitori, interazione costante con il territorio;

10. promuovere cittadinanza attiva, cultura della legalità, solidarietà, convivialità, rispettando e facendo rispettare leggi scritte e non scritte;

11. diffondere tra tutto il personale docente e non docente una “cultura della qualità” orientata verso i risultati con attitudine operativa a rilevare e misurare gli obiettivi di ogni procedura ai fini di un reale miglioramento dei servizi erogati;

12. applicare le norme di qualità per il miglioramento degli interventi metodologico-didattici nelle tecniche di trasmissione delle conoscenze e degli strumenti organizzativi dell’intero sistema scuola;

13. valorizzare in modo ottimale tutte le risorse professionali attraverso un percorso di formazione permanente, che promuova lo sviluppo, la motivazione e l’assimilazione del sistema di gestione della qualità e che abbia un effetto di ritorno sugli alunni e sull’intero sistema scolastico;

14. sviluppare costantemente la logica del miglioramento dei servizi erogati, operando sistematicamente e coinvolgendo in tal senso tutti i livelli dell’Organizzazione;

15. ottimizzare i livelli di organizzazione interna, eliminando e prevenendo possibili inefficienze e stabilendo efficaci modalità di gestione e di controllo.

 

Gli obiettivi strategici dell’Istituto per la formazione professionale sono:

1. potenziare i rapporti fra le diverse articolazioni del sistema scolastico – altri istituti, Università e centri di ricerca – della formazione professionale e delle imprese;

2. accrescere, attraverso percorsi di formazione, le opportunità occupazionali dei giovani e le occasioni di riqualificazione e formazione degli adulti;

3. favorire la crescita culturale del territorio attraverso l’educazione permanente;

4. favorire l’inserimento nel lavoro dei corsisti, organizzando e gestendo percorsi di studio post diploma (IFTS…);

5. favorire il riconoscimento di crediti formativi nei passaggi tra i vari livelli di istruzione.

La Direzione