La visita della sede del Parlamento Europeo a Strasburgo è stato un ottimo modo per scoprire in che maniera rappresenta la voce dei cittadini europei e quale impatto produce in Europa e nel mondo. Capire come si muove il mondo del Parlamento Europeo e la storia dell’Europa è stata per noi una grande scoperta.
Il Parlamento Europeo è una struttura così moderna che al primo impatto mi ha dato l’impressione di un palazzo costruito secondo apposite misure di sicurezza: anche al suo interno tutte le azioni quotidiane si svolgono con estrema precisione e cautela.
La sala dove si svolgono le sedute è magnifica ed enorme e appena la vedi ti lascia senza fiato……. E quindi inizi a sognare un’Europa unita formata da giovani persone con tante aspirazioni, sogni, progetti per una costruzione di un’Europa solida dove tutti si sentono cittadini del mondo.
Un’iniziativa molto importante per noi cittadini dell’Unione Europea è stata ad esempio l’introduzione di una nuova tariffa telefonica: le persone italiane che si recheranno nei Paesi dell’Unione Europea potranno tranquillamente telefonare applicando una tariffa telefonica come se fossero in Italia (cioè, no roaming). Questa novità entrerà in vigore il 13 giugno 2017.
L’esperienza al Parlamento Europeo ci ha coinvolto molto, soprattutto in un periodo pieno di sfiducia per le istituzioni europee e spero che questa esperienza ci renda consapevoli che dobbiamo essere cittadini aperti a nuove ‘formule’ e nuove scoperte.
Il nostro ringraziamento più grande va anche ai nostri professori che ci hanno accompagnato: il prof. di religione Carraresi e la nostra prof.ssa di inglese Franconi.
Giacomo Pasquariello 1 BLL

 

UN VIAGGIO AL “CUORE” DELL’EUROPA